Presentati a Roma i Mondiali Giovanili di Arrampicata Sportiva

1934 views

Venerdì 5 giugno è stata presentata a Roma, nel Salone d’Onore del Comitato Olimpico Nazionale Italiano, la XXIII edizione degli IFSC World Youth Championships, i Mondiali Giovanili di Arrampicata Sportiva che dal 28 agosto al 6 settembre si terranno ad Arco – Garda Trentino. Per la prima volta nella storia di questa manifestazione (nata nel 1992) verranno assegnati i titoli iridati di tutte e quattro le discipline dello sport climbing: Lead, Speed, Boulder e Combinata (che somma i risultati ottenuti nelle altre tre specialità). Ad Arco sono attesi oltre mille atleti provenienti da 55 paesi, che si sfideranno nelle categorie Under 16, Under 18 e Under 20.

Alla presentazione di stamattina sono intervenuti il Presidente del CONI Giovanni Malagò, il Presidente dell’IFSC (l’International Federation of Sport Climbing, sotto la cui egida si disputano i Mondiali) Marco Maria Scolaris, il Presidente della FASI (la Federazione Arrampicata Sportiva Italiana) Ariano Amici, il Presidente della Ssd Arrampicata Sportiva Arco e Presidente del Comitato Organizzatore Albino Marchi, il Direttore dei Mondiali Angelo Seneci e il Direttore Sportivo della Nazionale Giovanile Franco Gianelli. Hanno portato il loro saluto anche Sergio Anesi, Dirigente dell’Ufficio Attività Sportive della Provincia Autonoma di Trento, l’Assessore al Turismo e Sport del Comune di Arco Maria Luisa Tavernini e il Presidente di Ingarda (azienda di promozione turistica del Garda Trentino) Marco Benedetti.

Alla mattinata hanno partecipato anche gli atleti della Nazionale Italiana Giovanile e i climber Stefano Ghisolfi (Gs Fiamme Oro) e Jenny Lavarda (Gs Forestale), che sono stati premiati con una targa celebrativa consegnata da Amici e Malagò, per i brillanti risultati ottenuti nel recente passato a livello internazionale.

LE DICHIARAZIONI:
Giovanni Malagò, Presidente CONI: “Ho sempre tenuto in grande considerazione questa disciplina e tutto ciò che rappresenta. Uno sport particolarmente giovane, che in Italia ha aumentato esponenzialmente il numero dei suoi tesserati negli ultimi anni. In Trentino si organizzano manifestazioni che sanno valorizzare appieno il territorio, sono convinto che questi Mondiali Giovanili saranno un grande successo”.

Marco Maria Scolaris, Presidente IFSC: “Proprio oggi mandiamo il nuovo dossier a Tokyo per poter essere considerati come nuova disciplina all’interno dei Giochi Olimpici. Uno degli elementi chiave degli sport come il nostro è l’appeal verso i giovani: porteremmo una ventata di aria fresca ai Giochi. I Mondiali Giovanili di Arco – Garda Trentino rappresentano un grandissimo evento per l’IFSC, con mille atleti attesi in quelle giornate. Aggiungo che è fondamentale continuare a lavorare affinché lo sport sia strumento di sviluppo sociale ed educativo”.

Ariano Amici, Presidente FASI: “Sono veramente contento che gli Organizzatori abbiano accettato di presentare i Mondiali giovanili in questa che è la casa dello sport italiano, a sottolineare il legame sempre più stretto che lega il nostro sport con le Istituzioni sportive e con le discipline olimpiche, che rappresentano per noi un modello ed un punto di arrivo. Mi sembra, inoltre, un degno modo di festeggiare i trenta anni di vita questo sport. Trent’anni nei quali abbiamo fatto tanta strada, al punto da diventare uno degli sport più amati, soprattutto per i giovani; ma ancora altra strada c’è da compiere. Vinta la sfida dei numeri, infatti, ci poniamo adesso, insieme a tutte le componenti che concorrono alla pratica dell’Arrampicata, la sfida ancora più ambiziosa della sicurezza: nella pratica in palestra e nell’attività amatoriale individuale in ambiente naturale, affinché ognuno possa riappropriarsi di questo esercizio fondamentale per una armonica crescita fisica e mentale”.

Albino Marchi, Presidente Ssd Arrampicata Sportiva Arco: “Con la presentazione odierna prende il via la fase operativa dell’organizzazione. E’ un onere ma anche un grande onore per l’Arrampicata Sportiva Arco organizzare i Mondiali Giovanili all’interno del Rock Master Festival, insieme a tutti gli enti pubblici e privati. I tanti personaggi presenti oggi rappresentano una prima grande soddisfazione che ci carica per fare del mondiale arcense un evento da ricordare e che porti un ulteriore contributo per far sì che l’arrampicata sportiva diventi sport olimpico”.

Franco Gianelli, Direttore Sportivo Nazionale Giovanile: “Questi Mondiali rappresentano un grande momento per la Nazionale Giovanile e per tutta la Federazione, perché sono i primi in cui saranno in gara tutte le discipline dell’arrampicata sportiva e si disputano proprio nel nostro Paese. A questo appuntamento ci stiamo preparando da due anni, con una serie di ritiri mirati che proseguono tuttora e la partecipazione a numerose gare internazionali per dare modo ai nostri atleti di fare più esperienza possibile. Obiettivi? Difficile metterli nero su bianco, ma sinceramente non firmerei per stare sotto i 5 podi” .

Quelli dei Mondiali Giovanili saranno nove giorni intensi di grande sport, con il Climbing Stadium di Arco animato dalle competizioni da mattina a sera. Le gare si apriranno venerdì 28 agosto con la sfilata degli atleti e lo spettacolo di apertura nel centro di Arco. Le prime quattro giornate saranno dedicate al Boulder, mentre la seconda parte sarà dedicata a Speed e Lead con le finali in programma venerdì 4 e sabato 5 settembre. Ogni Federazione Nazionale potrà schierare 4 atleti per categoria, per genere e disciplina, oltre ai campioni mondiali e continentali in carica.

Dopo la straordinaria esperienza dei Campionati del Mondo Assoluti Arco2011, questa manifestazione giovanile sarà l’occasione, per la città di Arco, di rinnovare quel calore e quell’accoglienza che le ha fatto meritare l’appellativo di ” Home of Climbing”.