ROGORA CENTRA LA SEMIFINALE E SOGNA L’ORO BIS. YOUTH A BOULDER REGNO DEI SUDDITI DI NARUHITO

129 views

Laura Rogora, climber romana che tra pochi giorni si trasferirà a Trento per proseguire il proprio straordinario cammino con l’arrampicata sportiva, ha centrato agilmente la semifinale junior, oggi, ai Campionati Mondiali Giovanili di arrampicata di Arco. Sulla parete boulder l’azzurra ha dato spettacolo completando tutte le vie, cosa che non è riuscita alle altre migliori in gara. Dietro di lei le francesi Flavy Cohaut e Lucile Saurel, la britannica Holly Toothill, l’americana Natalia Grossman e l’altra italiana Camilla Moroni, sesta e ancora in corsa. Non ce l’hanno fatta la bresciana Sara Morandini (29.a) e la toscana Olimpia Ariani (34.a). Nella categoria Youth A maschile inavvicinabili invece i giapponesi Rei Kawamata, Taiga Sakamoto, Hajime Takeda e Ao Yurikusa, con una possibilità importante di illuminare il podio con i raggi del Sol Levante. Fuori per poco dalle semifinali Davide Marco Colombo, 23°, e nulla da fare nemmeno per il torinese Giorgio Tomatis (25°) e per l’altoatesino Johannes Egger (31°). Le qualificazioni sono proseguite fino a sera con la categoria Youth A femminile, nella quale Saki Kikuchi (JPN), Naile Meignan (FRA) e Sarah Kate Ashton (USA) hanno messo in fila tutte le altre climber regalando un pomeriggio intenso, ma con la sola Kikuchi a completare tutte le vie della parete provvisoria allestita dalla SSD Arrampicata Sportiva Arco. “Buone nuove” anche da parte della perugina Miriam Fogu, 13.a e tranquilla in semifinale. Non ce l’hanno fatta Adelaide D’Addario, 23.a, e Caterina Dal Zotto, 31.a. Domani penultimo giorno di gare dei Campionati Mondiali Giovanili, con un pensiero anche al Rock Master Duel della giornata successiva. Dalle ore 9 alle ore 11.30 ci saranno le qualificazioni “speed” della categoria Youth B femmine, con semifinali boulder (ore 10-12) dei maschi Youth A. Nessuna interruzione perché dalle ore 12.30 alle ore 15 ci saranno le qualificazioni “speed” Youth B maschi con semifinali boulder (ore 15-16.30) Youth A e Junior donne. Dalle ore 17.30 alle ore 20.30 altre qualificazioni speed (Junior maschi) chiudendo la giornata come si era aperta, ma in serata un appuntamento da non perdere sarà anche fuori dal terreno di gara: Adam Ondra, Mina Markovi?, Stefano Ghisolfi e Jakob Schubert, quattro fenomeni dello sport climbing, racconteranno infatti ai giovani arrampicatori il loro primo campionato del mondo giovanile, ricordando, nel corso della serata, David Lama, Albino Marchi e Giuseppe Filippi, tre figure recentemente scomparse ma indimenticate e che tanto hanno dato al mondo dell’arrampicata.

Qualifiche Boulder – Youth A maschile

1 Kawamata Rei JPN; 1 Sakamoto Taiga JPN; 3 Takeda Hajime JPN; 3 Yurikusa Ao JPN; 5 McArthur Hamish GBR; 5 Podolan Thomas AUT; 7 Bazan Martín Héctor ESP; 7 Ginés López Alberto ESP; 9 Levin Geva ISR; 9 Waller Zander USA

Qualifiche Boulder – Youth A femminile

1 Kikuchi Saki (JPN); 1 Meignan Naile (FRA); 3 Ashton Sarah Kate (USA); 3 Hirano Natsumi (JPN); 5 Iltis Kintana (FRA); 5 Kopf Sienna (USA); 7 Douady Luce (FRA); 7 Michalkova Vanda (SVK); 9 Lotz Julia (AUT); 9 Phillips Emily (GBR).

Qualifiche Boulder – Junior femminile

1 Rogora Laura ITA; 2 Cohaut Flavy FRA; 3 Toothill Holly GBR; 3 Saurel Lucile FRA; 5 Grossman Natalia USA; 6 Moroni Camilla ITA; 7 Hammelmüller Eva Maria AUT; 8 Kerem Ayala ISR; 9 Coscoy Cloe USA; 10 Repusic Urska SLO.

©newspower.it